Il costo di un cucciolo

Cuccioli E - Ezechielelupo

Ci sono tanti motivi per cui il prezzo di un cucciolo di razza può arrivare e, talvolta superare abbondantemente i 1000 euro.

  1. Selezione dei genitori.
Foto col giudice - Raduno di Chieti 2014

Innanzitutto, a monte, c’è un accurata selezione dei riproduttori; il prezzo delle lastre per il controllo della displasia di anche e gomiti, con relativa lettura da parte di un centro specializzato si aggira mediamente sui 250 – 300 euro.
A questo si aggiunge normalmente, anche il controllo di molte malattie cardiache e genetiche come la mielopatia degenerativa, l’emofilia, il nanismo e le oculopatie; ogni test non costa mai meno di 30 euro. Infine, un allevatore coscienzioso, farà anche il deposito del DNA dei genitori presso un laboratorio convenzionato ENCI, almeno 40 euro cadauno.
Per dimostrare che il proprio cane non solo è di razza ma anche perfettamente in tipo, si farà giudicare anche in diverse esposizioni canine da esperti giudici, dai 25 euro di una nazionale ai 100 per una mondiale. Per diventare campioni italiani servono almeno 5 expo’, ammesso e non concesso di vincere sempre. Infine, non sempre la kermesse cinofila è organizzata sotto il portone di casa, una esposizione in uno stato estero può costare mediamente 500 euro tra viaggio, albergo, ristorante e expo stessa.
Se si alleva una razza da lavoro si frequenterà anche un campo di addestramento; il costo di un brevetto si aggira sui 700 – 800 euro; e anche qui si faranno gare da non meno di 20 euro l’una.

  1. Accoppiamento e gestazione
Jungle Julia in dolce attesa

Quando arriva il fatidico momento e la femmina va in calore bisogna controllare almeno ogni due giorni il livello di progesterone (circa 30 euro a controllo tra veterinario e laboratorio) e poi bisogna portarla dallo stallone, 500 euro tra viaggio e pernottamento. Costo della monta: il prezzo di un cucciolo di prima scelta (700 – 2000 euro).
Se tutto è andato per il meglio, il primo mese non cambierà molto nella vita della nostra cagnolina, a parte un’integrazione della dieta con acido folico, ma dal 35° giorno, dopo la prima ecografia di controllo (~50€) si comincerà a mangiare mangime puppy, almeno 60 euro al sacco. Si dovrà comperare una cassa parto (dai 350€ in su) o riparare quella vecchia, perché i cuccioli precedenti si saranno sicuramente dati parecchio da fare per aiutare a distruggerla (50 – 100 euro) e verificare tutta l’attrezzatura (termometro per cani, lampada a infrarossi, termometro ambientale, disinfettante, traverse, un bisturi o un forbice chirurgica, ecc).

  1. Parto, crescita e svezzamento
Jungle Julia e i suoi cuccioli

Quando arriva il momento del parto, si capisce perché anche 10’000 euro a cucciolo sono troppo pochi; si perché, con buona pace degli animalisti integralisti che vedono in ogni allevatore un mostro senza cuore, quella che sta partorendo è la tua cagnolina, un membro della tua famiglia e sono veramente tante le cose che possono andare storte. Quindi, una chiamata di emergenza al veterinario 50 euro (se è un tuo amico); Parto cesareo 300 – 500 euro.
Dopo il parto, se la mamma non ha latte o non può allattare, latte artificiale 50€ a confezione per 30 giorni, totale 300 euro (più sveglia di notte ogni tre ore con mezzora di poppata o più se la cucciolata è numerosa).
Sverminazione dei cuccioli, 2 o 3 (~240€); Vaccino e visita a 55 giorni 150 – 200 euro; microchip 80 – 120€; cura per una possibile coccidiosi 120 – 250€.
Mangime Puppy 60 euro al sacco, più o meno 300 euro.

  1. Pedigree
Modello A

Consegna modello A entro 25 giorni euro 24.5; consegna modello B entro 90 giorni 20€ a cucciolo (dai 20 ai 240 euro).

In conclusione, il costo minimo di un cucciolo di ottima genealogia si aggira sui 700 – 1’000 euro; per razze con particolari problemi di parto anche più di 1’500.